L’anno del Capricorno: ma dove?

Il mese scorso ho letto qualche oroscopo e tutti concordavano nel dire che il 2008 sarebbe stato l’anno del Capricorno, un anno talmente pieno di occasioni che l’unico problema sarebbe stato quello di coglierle tutte. Ma da queste prime settimane, tutto mi sembra, tranne che un peroido fantasticissimo!
Ricapitoliamo…
3 gennaio: in vacanza a Parigi mi viene la febbre.
4 gennaio: in aeroporto per tornare in Italia, aspettiamo un’ora sotto la pioggia per un allarme bomba.
7 gennaio: finiscono le ferie, si torna in ufficio (non vi sembra una cosa negativa?).
8 gennaio: dopo una serie di telefonate, la banca si ricorda di accreditarmi gli interessi.
21 gennaio: mio padre per sbaglio prende il mio abbonamento del parcheggio e devo ripagarlo.
22 gennaio: mi dicono che il giorno prima era morto un amico della mia vecchia compagnia.
23 gennaio: mal di testa tutto il giorno.
25 gennaio: il cedolino non arriva.
26 gennaio: mi arriva una raccomandata dall’Esatri per la riscossione di circa 200€ (comprensivi di multa) per una situazione per la quale il commer******ta mi aveva assicurato che se ne sarebbe occupato lui e non c’erano problemi… chiaramente mi ero già svegliata con il mal di testa.

…e siamo solo a gennaio!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Ciao… nonostante fossi già lontano

Stamattina ho saputo che ieri un mio vecchio amico è morto.
Sapevo che era malato da più di un anno, lo sapevo ma non ho fatto niente, non gli ho detto niente. Oramai eravamo troppo lontani, anni luce differenti. L’ultima volta l’ho visto 2 anni fa, alla festa di compleanno di un’amica comune e mi raccontava che lui e la sua fidanzata avevano comprato una casa da ristrutturare. Nove mesi dopo ho saputo della malattia, l’intervento chirurgico, la chemio. Poi più niente e pensavo che, in un certo modo, si stesse riprendendo.

Con lui se n’è andato uno dei periodi più belli della mia vita, perché era una sorta di punto di riferimento della compagnia, quello che organizzava le vacanze estive e i week end in montagna, quello da sentire per sapere cosa si fa stasera. Quello che era sempre in ritardo, quello che riceveva le telefonate di lavoro anche al mare, quello che nel 1995 aveva già il cellulare.
Quella compagnia frequentata per 6 anni, dal 1994 al 2000, e poi pian piano sgretolatasi perché siamo diventati grandi ed ognuno ha preso la sua strada.

Ora la compagnia non c’è davvero più.
Ciao F.
Oriana

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Una Moglie Bellissima

È ricominciata la mia stagione cinematografica e poi ho scoperto il martedì dell’UciCinemas che propone ogni settimana un film a soli 3 euro. Bel risparmio rispetto ai 7,80€ usuali!
Ogni settimana un film diverso e sono tutti film in prima visione. Bell’iniziativa, complimenti.

Il cast è formato da Leonardo Pieraccioni (Mariano), Laura Torrisi ex Grande Fratello (Miranda), Gabriel Garko (il fotografo Andrea) e l’immancabile Ceccherini.
Mariano e Miranda sono una coppia felice, hanno una bancarella di frutta al mercato e proprio lì Andrea nota la bella carciofara e le propone di fare un calendario tutta ignuda.
Lei accetta, perché quei soldi servono loro per comprare bottega e realizzare finalmente il sogno di vendere frutta e verdura al coperto, ma ben presto la nuova vita travolge Miranda e immancabile è la separazione da Mariano. Però poi…

Da apprezzare il fatto che questa volta lo schema di Pieraccioni non è il bruttino che si innamora della bellona, ma con la bellona ci sta già all’inizio del film.
Tre Euro ben investiti, ma se fossero stati setteeuroeottantacentesimi non so…

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il Mio Compleanno

Quest’anno ho festeggiato il mio compleanno esattamente con 12 giorni di ritardo, addirittura un anno dopo! Ecco la foto dei sopravvissuti dell’una mezza:

Con il solito Massy che ha rovinato la foto con le corna 🙁
Grazie a tutti!!!!!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Di nuovo a Milano

Il 2007 è finito, il mio compleanno passato, le vacanze ormai un ricordo e sono qui al freddo di questo grigio ufficio.
Il Capodanno a Parigi è andato bene, una città tanto bella quanto fredda!
Questa è la partenza alle 6.30 del mattino da Orio al Serio, dopo una notte insonne passata ad aiutare Massy a preparare la valigia! Non mi era mai capitato di dormire così in aereo e anche sul pullman che ci ha portato nella capitale francese.
Il nostro hotel era proprio di fronte a Gare du Nord, un due stelle bellino e pulito, l’unico problema era che l’ascensore era in costruzione e la nostra camera al 5° piano!
Nella foto a destra le nostre facce all’arrivo in camera dove siamo collassati subito e ci siamo svegliati alle 5 del pomeriggio! Il primo giorno abbiamo pranzato alle 11 del mattino con toast fritto e patate.
Secondo giorno: giro sul battello dove ho pagato la tariffa studenti e visita della celeberrima TOUR EIFFEL!

E qua iniziano le code. Non so quanta gente ci fosse in fila, tutta allineata davanti ai vari ingressi, ma Massy è riuscito a scavalcare tutti, Simone lo ha seguito ed io e la Claudia non abbiamo potuto evitare di andare dietro saltando così almeno un’ora di quell’interminabile coda! Parigi dall’alto è spettacolare e la torre dal basso è gigantesca:

 

Terzo giorno: il Louvre! La grande delusione rimane, come sempre del resto, la grande attrazione, cioè la Gioconda. Ormai è risaputo che si tratta di un ritratto di piccole dimensioni, infatti me lo aspettavo ancora più piccolo, ma ciò che non mi aspettavo era che, per vederla, mi sarei dovuta portare dietro almeno un cannocchiale!!! Più simpatiche la culona ‘Venere di Milo’ e la ‘Nike di Samotracia’, oltre che la Sfinge e The Mummy!

 

 

Ecco l’ultima serie di foto: la Piradime del Louvre, Capodanno sulla Senna e L’Opera.

  

Il 1° gennaio è stata una giornata un po’…. addormentata… sveglia tardi, giretto per la città, ritorno in albergo presto!
Il 2: Disneyland!!!!
Il 3: Versailles con la sua inifita coda e il castello piuttosto deludente (21€ di ingresso!) oltre al freddo infinito e al ritorno in hotel con la febbre.
Il 4 ritorno in Italia… ma prima di abbandonare la Francia un’ora di attesa sotto la pioggia davanti all’aeroporto per un allarme bomba.
Ci mancava solo questa…
E poi: FINALMENTE A CASA!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il più è fatto

Manco da un po’ dal web, manco da un po’ dal blog. Colpa delle feste che occupano con i loro riti gran parte del tempo libero, ma sono sopravvissuta anche quest’anno e devo constatare con piacere che il più è fatto.
Abbuffate natalizie, sorriso d’obbligo, siamo tutti felici e contenti, ma oggi si sta meglio. No, no, no, non mi posso lamentare, ma mi piacciono le mie noiose abitudini, fare niente, stare tutto il giorno in pigiama a guardare la TV, non amo il panettone e neanche giocare a tombola.
Non mi posso affatto lamentare neanche dei regali, tutte cose quantomeno interessanti o utili, niente di inutilizzabile o letteralmente schifoso… sarà l’effetto della selettiva scelta degli amici con relativo taglio dei rami secchi… perché il contenuto della carta colorata rispecchia il rapporto con quella persona. Se ti senti un pezzo di plastica rosa, ci sarà un motivo!
Ed eccoci al ventisette di dicembre… avete mai provato ad andare in giro per negozi il ventisette di dicembre? Sono un po’ come le strade dopo capodanno, vuoti e disordinati, con i resti del consumismo sugli scaffali. Le commesse hanno sostituito il buffo cappello di Babbo Natale con il maglioncino regalato dalla nonna e i pochi clienti sono alla ricerca dell’ultimo regalo da dare a quel conoscente dal quale non si aspettavano proprio di ricevere qualcosa (scusa classica: ‘Io me lo sono dimenticato a casa, te lo porto appena ci vediamo’). Una sorta di città che sta risorgendo dalle sue macerie, malinconica e triste, ma consapevole che ben presto si rianimerà e ancora di più per i saldi (a proposito, in Lombardia si inizia il 5 gennaio)!
Capodanno quest’anno sarà a Parigi… ho visto le previsioni del tempo e danno freddo e pioggia debole, vedremo. Si parte sabato mattina all’alba quindi:

BUON 2008!

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Mi Sveglio Al Contrario

Ieri sera ho avuto uno strano pensiero: e se domani mattina mi svegliassi in un corpo maschile? Chiaramente continuando a pensare da donna!
Dopo i primi momenti di panico totale, credo che filerei in bagno a farmi una bella doccia massaggiandomi il corpo con il guanto di crine per eliminare tutte le impurità e le cellule morte dalla pelle. Grande indecisione sui peli, ma propabilmente almeno quelli del petto finirebbero nel tubo di scarico! Shampoo, balsamo e tanta crema idratante ovunque.
Neanche a dirlo: pipì rigorosamente seduto sul water perché quell’affare penzolante è un fastidioso impiccio ingestibile!
La barba: come si fa? Appuntamento dal barbiere e poi dall’estetista per una profonda pulizia del viso perché come minimo sulla mia faccia ci sono centinaia di punti neri fossilizzati!
Deodorante 24h sotto le ascelle e via in ufficio dove potrei chiedere l’aumento che mi spetta e mi verrebbe certamente accordato in quanto svolgo mansioni decisamente troppo elevate per il mio attuale livello contrattuale.
Dopo il lavoro un po’ di sano shopping per rinnovare il guardaroba: abiti, scarpe, biancheria e, soprattutto, un pigiama! Già, andrei a dormire con il pigiama e non in mutande!!!
Tutti gli amici e i conoscenti mi prenderebbero sicuramente per gay.

Se un uomo si svegliasse donna passerebbe i primi giorni esclusivamente a toccarsi, entusiasta per l’eccitante novità.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

LEZIONI DI CIOCCOLATO

Se il cioccolato vi piace da morire, state alla larga da questo film strabordante di tavolette e creme marroni di tutti i tipi.
Mattia (Luca Argentero, ex Grande Fratello) è un geometra che fa lavorare i suoi operati extracomunitari in nero e senza le adeguate protezioni così Kamal (Hassani Shapi) cade dal tetto e si rompe entrambe le braccia. Se Mattia non prenderà il diploma di cioccolataio, Kamal, pasticcere con dolci ambizioni, lo denuncerà.
Ceciclia (Violante Placido) è la prima della classe al corso organizzato dalla Perugina e il maestro (Neri Marcorè) gli affida l’imbranato Kamal-Mattia che di pasticceria non sa niente.
Vedere questo film ne vale la pena soprattutto (o solo) per le facce e le gag di Hassani Shapi, i suoi occhi sbarrati, le sue telefonate (‘il bambino mangia?’), il suo gesso… per chi, invece, va al cinema per vedere Luca Argentero nudo, resterà decisamente deluso !

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Come Tu Mi Vuoi

Manco da un po’ nel mio blog… diciamola chiaramente: non avevo voglia di scrivere! Ho preferito fare shopping (ho speso troppo questo week end), uscire, ascoltare musica… fare altro insomma… vabbé, ma tanto a chi frega?
Lo scorso fine settimana ho prenotato aereo e albergo per andare a Parigi a Capodanno: una settimana chiusi in una quadrupla di un hotel a 2 stelle… staremo a vedere… e poi, domenica sera, cinema a vedere ‘Come tu mi vuoi’.
Devo dire che il filmetto, banale e prevedibile, mi è piaciuto. E come poteva non piacermi visto che uno dei miei hobby è guardare stupidi telefilm americani?!
La storia è semplice: Giada è brutta, ma brutta brutta brutta, brufolosa e con gli occhiali. Lui è il fighetto, ricco e popolare.
Lei è una secchiona, intelligente, brillante e vorrebbe diventare assistente universitaria, ma neanche il suo prof la vuole.
Riccardo passa da una festa all’altra, da una donna all’altra e ci prova anche a laurearsi in Scienze della Comunicazione (nonostante suo padre non sia affatto d’accordo), ma senza studiare, anzi, sfruttando anche agli esami il suo fascino con le giovani assistenti con le quali ha avuto una storia.
Dopo una litigata con il padre, decide di prendere ripetizioni e qui conosce la bruttina e, diciamolo, anche un po’ sfigata Giada.
Il papy gli riduce la paghetta così deve trovare un modo per non pagare le lezioni… totalmente immorale e senza scrupoli, decide di corteggiare Giada perché, su consiglio dell’amico, se lei si innamora, non vorrà più i suoi soldi. Così è, ma non aveva messo in conto un sacco di cose, tipo che anche uno come lui si poteva innamorare di una come lei!

E non aveva neanche considerato che una così si poteva trasformare…
Basta, il mio racconto si ferma qui, perché già il film è ‘banale e prevedibile’, ma se vi piacciono i telefilm adolescenziali o siete degli irrecuperabili romantici: PRECIPITATEVI AL CINEMA!

Buona visione.

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

L’Ultima Cena – Leonardo da Vinci

L

Martedì sera sono stata a vedere uno dei capolavori vinciani: il Cenacolo. Perché noi milanesi (+/- DOC) non conosciamo le bellezze della nostra città, ci passiamo accanto ogni giorno e non ce ne accorgiamo neanche, totalmente travolti dalla nostra maledetta fretta!
Santa Maria delle Grazie è a pochi passi dal mio ufficio, poco più avanti del parcheggio aziendale, eppure prima d’ora non mi era mai venuto in mente di andare a vedere questo affresco, difesa dalla scusa della lista d’attesa troppo lunga. La lista d’attesa è spaventosa: abbiamo prenotato a luglio! 8€ per una visita di 15 minuti… ma non è come andare al cinema.
L’affresco è stato realizzato su una parete del refettorio del convento della chiesa, probabilmente commissionato Ludovico il Moro (lo si evince dal simbolo degli Sforza rappresentato sulla parete, sopra l’affresco) e realizzato tra il 1495 e il 1948.
Fantastica la rappresentazione dei punti luce, si capisce perfettamente da dove entrava la luce! E quelle otto ‘cose’ marroni sulle pareti, dietro alla tavolata, erano arazzi… nel senso che lui aveva dipinto degli arazzi… peccato che la degradazione dell’opera li facciano assomigliare, oggi, a dei muri marroni spugnati!
Leonardo voleva fare un affresco con una tecnica innovativa, rendere i colori più vivi, ma anche i geni sbagliano e così, dipingendo sull’intonaco, già 50/80 anni dopo la pittura ha iniziato a gonfiarsi per colpa dell’umidità.
Non solo sbagliano i geni, ma anche i frati hanno combinato la loro! Forse per pigrizia o per praticità, ad un certo punto hanno deciso di aprire una porta sotto l’affresco, in modo che dal refettorio potessero passare più velocemente in cucina (ah, la gola!) e così hanno taglito via i piedi del Cristo, un pezzo di tovaglia… diciamolo chiaramente: hanno massacrato un capolavoro!

Per finire volevo ringraziare Daniela, la nostra cicerona personale.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento